2745

Doppia, tripla, quadrupla uscita per Romina Daniele

scritto da Vincenzo Notaro / 25 gennaio 2016

Ci giunge da Milano il comunicato relativo le ultime fatiche musicali della voce più articolata e straordinariamente lirica, nonché tecnica, nata all’ombra del Vesuvio, quella di Romina Daniele.

Esordiente nel 2005 con Diffrazioni Sonore (2010, RDM), disco concreto per voce sola, vince il Premio Internazionale Demetrio Stratos per la ricerca vocale; pubblica nel 2008 Aisthànomai, secondo disco per voce ed elettronica dal 2010 nel catalogo RDM, etichetta che nasce con la sua collaborazione per favorire la ricerca e l’autonomia tecnico-estetica. Dal 2008 è dottoressa in beni storico-artistici ad indirizzo cinematografico; passa a studiare tecnologie del suono al Conservatorio di Milano.

Tra il 2010 e il 2011 pubblica i libri: Poesie 1995-2005 (edizione bilingua italiano e inglese); Il dialogo con la materia disintegrata e ricomposta, un’analisi di Thema (omaggio a Joyce) di Luciano Berio; Ascenseur pour l’échafaud, il luogo della musica nell’audiovisione.

Dal 2005 a oggi ha raccolto – come produttrice, compositrice e scrittrice, performer e vocalist per vocalità estesa e musica elettronica, nonché appassionata blues singer – riconoscimenti e premi istituzionali e non (finalista al Premio Nazionale delle Arti, Premio per la sperimentazione musicale promosso dal Centro Musica Contemponea di Milano) meritando l’attenzione nazionale e internazionale di pubblico e stampa.

 

Ma veniamo alle uscite. A cavallo tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016, Romina dà alle stampe ben due lavori: Spannung (monumentale triplo disco solista) e Absence (sotto nome Sheen, in collaborazione con Lorenzo Marranini).

Spannung (termine tedesco che sta per “tensione”) è il suo terzo album solista, un triplo cd audio tra voce ed elettronica, testualità e improvvisazione, registrazioni solistiche e con la band, vocalità estesa e blues.

Come riportato nel comunicato: «Il progetto si è sviluppato a partire dal 2009. Nello stesso tempo è stato scritto il libro Voce Sola, saggio intorno al discorso vocale (in uscita nel 2016), che raccoglie ed esprime, a tutti i livelli, la passione e l’urgenza ininterrotta per l’apertura e la ricerca intorno al problema autentico dell’essere che noi stessi siamo e che pertanto andiamo cercando: ciò per cui ne va del proprio essere nell’essere stesso, la messa in gioco di ogni virgola di noi nel mondo prima che se ne vada invano. La voce è ciò che c’era in origine, una questione del corpo e del pensiero, centralità e fulcro, e non esistono altri luoghi o suoni del genere. Allora anche la musica è un atto essenziale riguardante l’apprensione per l’uomo e la sua produzione».

 

Absence è ideato e sviluppato dalla collaborazione tra Romina e Lorenzo Marranini (cofondatore delle edizioni RDM, polistrumentista attivo con diverse band nel corso degli anni 2000 tra Dublino e Milano, di matrice rock, post-rock e folk-blues). Del duo Sheen, Lorenzo compone le musiche elettroniche e suona basso e chitarra, mentre Romina vocalizza testi e suoni, ri-compone le strutture, mixa ed edita.

L’album nasce da una poesia di Romina, Assenza (o soglia del mio dolore), pubblicata nel 2011 in Poesie 1995-2005, cruciale in tutta la sua produzione: Assenza è la mancanza di autenticità nel mondo dinanzi alla quale la ricerca più propria è urgente e necessaria.

 

Sui lavori non vi diaciamo null’altro che di reperirli: dischi del genere sono ormai così rari in Italia che dimostrano semplicemente che è ancora possibile fare ricerca artistica, con autenticità. Una ricerca, quella di Romina Daniele, che possiamo a cuor leggero definire tecnicamente solida, criticamente complessa, filosoficamente profonda e, soprattutto, con un carico emotivo struggente e un’ispirazione tanto forte da risultare magmatica.

 

Vi lasciamo i due trailer e i recapiti della RDM record, di modo che possiate scoprirli e farli vostri.

www.rdm-records.com