2335

Fantasia e immaginazione a scuola

Giornata sulla Comunicazione all’Istituto Comprensivo Vanvitelli di Caserta con una lezione del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

scritto da / 23 gennaio 2015

Fantasia e immaginzazione

Sabato 24 gennaio dalle ore 16, l’Istituto Comprensivo “Vanvitelli” di Caserta (Parco degli Aranci – Piazza Ungaretti) promuove un ciclo di eventi dedicati alla comunicazione: “Comunicolandia: la comunicazione così come non l’avete mai vista”.

Gli interventi in programma mettono in risalto i diversi aspetti della comunicazione: espressione corporea, salotti letterari, atelier linguistici, giochi linguistici, musica, poesia visiva, letteratura.

Un evento, organizzato dall’Istituto Comprensivo “Vanvitelli”, a cui parteciperà anche il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, che parlerà del tema “Fantasia e immaginazione nel gioco della didattica”.

 

Carrese è saggista, poeta onomaturgo, inventore di giochi fantasiologici (interdisciplinari), musicista, ideatore del “Panassurdismo” e fondatore della Ngurzu Edizioni.

 

Lo studioso, che già in passato ha presentato alla scuola Vanvitelli suoi percorsi fantasiologici, discuterà di fantasia e di immaginazione visti in ambito didattico, ludico, artistico, scientifico, letterario approfondendo aspetti del quotidiano e dell’irreale.

 

Che cos’è la fantasiologia? La fantasiologia, si legge sul suo blog www.fantasiologo.com, non è una scienza ma un percorso di studio e di ricerca dedicato a fantasia e immaginazione viste nell’esperienza quotidiana, nell’irreale e attraverso le discipline umanistiche, scientifiche, ludiche, artistiche. Della fantasia e immaginazione l’autore ne studia la storia, le caratteristiche, le contraddizioni, i meccanismi, le bizzarrie.

Membro dell’Accademia dei Ludogrammatici, della Società Dante Alighieri, Carrese è cultore dell’Oplepo e di enigmistica e durante l’incontro scolastico alla Vanvitelli, che avrà come destinatari bambini e adulti, si rivolgerà ai partecipanti nel modo in cui accade a tutti i suoi eventi e cioè facendo partecipare il pubblico in una forma attiva attraverso dimostrazioni pratiche, riflessioni, esercizi.

 

Non un monologo ma una interazione coinvolgente che richiama l’attenzione a temi che spaziano dalla linguistica alla letteratura, dalla poesia alla musica, dall’enigmistica alla medicina, dall’arte alla scienza, dall’irreale al quotidiano.

Carrese è attualmente impegnato a promuovere il suo tour “Fantasticazioni: storie dell’immaginazione e della fantasia” giunto alla IV edizione nazionale in scuole, università e centri culturali d’Italia in cui parla e si confronta sui suoi studi e ricerche che da oltre un decennio presenta, con lezioni e corsi, in ambiti scolastici, universitari e sociali.

 

L’incontro all’Istituto Vanvitelli è a ingresso libero. Per approfondire www.fantasiologo.com